Conflitto di interessi

 

Le Compagnie del Gruppo ITAS Assicurazioni, nel rispetto delle disposizioni previste dal Regolamento IVASS n. 41 del 2018, dispongono di presidi organizzativi e amministrativi in materia di conflitti di interesse con il fine di evitare operazioni in cui si presenti, direttamente o indirettamente, anche attraverso rapporti di gruppo o rapporti di affari propri o di società del gruppo, un interesse in conflitto e che incidano negativamente sugli interessi dei contraenti.

Le Compagnie del Gruppo ITAS Assicurazioni, pertanto, disegnano prodotti e suggeriscono modifiche contrattuali o altre operazioni nell’interesse del contraente alle migliori condizioni possibili con riferimento al momento, alla dimensione e alla natura dei contratti e delle operazioni stesse. Operano altresì al fine di contenere i costi a carico del contraente e ottenere il miglior risultato possibile in relazione alle richieste ed esigenze assicurative. Si astengono inoltre dal proporre variazioni contrattuali e dal suggerire operazioni con frequenza non necessaria alla realizzazione delle richieste ed esigenze assicurative e da ogni comportamento che possa avvantaggiare alcuni clienti a danno di altri.

Le Compagnie del Gruppo ITAS Assicurazioni non adottano pratiche e disposizioni in materia di compensi alla rete distributiva di cui si avvale contrarie al dovere di agire nel miglior interesse del contraente in conformità a quanto disposto dal Codice delle Assicurazioni Private.

Le Compagnie del Gruppo ITAS Assicurazioni individuano i casi in cui le condizioni contrattuali convenute con soggetti terzi confliggono con gli interessi del contraente e assicurano – specificatamente per la Compagnia che esercita il ramo vita - che il patrimonio delle gestioni separate, dei fondi interni e gli attivi rappresentativi dei contratti collegati a valori di riferimento ovvero i singoli contratti non siano gravati da oneri altrimenti evitabili o esclusi dalla percezione di utilità a essi spettanti. In particolare, assicurano che il contraente benefici comunque, direttamente o indirettamente, di eventuali introiti derivanti dalla retrocessione di commissioni o altri proventi ricevuti in virtù di accordi con soggetti terzi.

Qualora i presidi organizzativi ed amministrativi adottati non siano sufficienti ad evitare, con ragionevole certezza, il rischio di nuocere agli interessi del contraente, le Compagnie del Gruppo ITAS Assicurazioni forniscono informazioni sulla natura e sulle fonti del conflitto di interesse – mediante informativa pubblicata nel sito internet www.gruppoitas.it - affinché il contraente possa assumere una decisione informata ed, in ogni caso, operano in modo da non recare pregiudizio agli interessi dei contraenti.